Assegno al nucleo familiare e assegno di maternità 2016: importi e requisiti


Assegno al nucleo familiare e assegno di maternità 2016: nuovi importi e requisiti

Importi e requisiti per l’assegno di maternità e l’assegno al nucleo familiare. Con una Circolare l’INPS fornisce gli aggiornamenti per l’anno 2016.

Importi ed irequisiti per accedere ai benefici erogati dall’INPS quali l’assegno al nucleo familiare e l’assegno di maternità.
L’INPS con una Circolare, infatti, fornisce gli importi ed i requisiti necessari per ottenere assegno di maternità e assegno al nucleo familiare per l’anno 2016.
Ecco tutte le novità del 201

L’INPS con la Circolare n. 46 pubblicata il giorno 2 marzo 2016 avente ad oggetto “Assegno per il nucleo familiare e assegno di maternità concessi dai Comuni.
Rivalutazione per l’anno 2016 della misura degli assegni e dei requisiti economici”, ha dato avviso dei nuovi requisiti e dei nuovi importi necessari per avere diritto al beneficio erogato dall’Ente.

Vediamo nello specifico come sono cambiate le cose per i due benefici, in seguito agli aggiornamenti resi necessari dalle variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo.

Assegno per il nucleo familiare
L’assegno al nucleo familiare (ANF) rappresenta un mezzo di sostegno per le famiglie dei lavoratori dipendenti e dei pensionati da lavoro dipendente i cui nuclei familiari siano composti da più persone e che percepiscano redditi inferiori a quelli determinati ogni anno dalla legge.

Per l’anno 2016, a seguito degli adeguamenti dovuti alle variazioni ISTAT, l’importo dell’assegno per il nucleo familiare che i beneficiari devono percepire, nella misura intera, è pari a 141,30 euro.

Per quanto attiene ai requisiti economici, invece, il valore ISEE deve essere pari a 8.555,99 euro.

Assegno di maternità
L’assegno di maternità è una prestazione assistenziale erogata dall’INPS e concessa dai Comuni che può essere richiesta dalle famiglie per nascite, affidamenti preadottivi e adozioni senza affidamento.

Per l’anno 2016 il valore dell’importo intero, per eventi rientranti tra il 1.1.2016 ed il 31.12.2016 è pari a 338,89 euro per cinque mensilità e, quindi, complessivamente pari a 1.694,45 euro.

L’ISEE da tenere in considerazione per l’anno 2016, per gli eventi avutisi tra il 1.1.2016 ed il 31.12.2016 deve essere pari a 16.954,95 euro.

Assegno nucleo familiare e assegno maternità: adeguamenti INPS

L’INPS con la Circolare n. 46 di marzo 2016 rende noti gli adeguamenti di importi e requisiti rispetto a quelli dell’anno 2015 contenuti nella circolare n. 64,in relazione alle variazioni ISTAT.

Il Dipartimento delle politiche per la famiglia con il Comunicato pubblicato sulla G.U. n. 35 del 12.2.2016, infatti, ha annunciato che la variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato con le esclusioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 81, da applicarsi, per l’anno 2016, alle prestazioni di cui all’articolo 65, comma 4, della legge 23 dicembre 1998, n. 448 e all’articolo 74 del D. Lgs. 26 marzo 2001, n. 151, è risultata pari a – 0,1 per cento.

L’articolo 1, comma 287 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, ai fini della rivalutazione da applicare sulle prestazioni assistenziali e previdenziali, ha stabilito che “con riferimento alle prestazioni previdenziali e assistenziali e ai parametri ad esse connessi, la percentuale di adeguamento corrispondente alla variazione che si determina rapportando il valore medio dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati, relativo all’anno precedente il mese di decorrenza dell’adeguamento, all’analogo valore medio relativo all’anno precedente non può essere inferiore a zero”.

Per maggiori informazioni invitiamo a consultare il sito ufficiale dell’INPS  www.inps.it.

Fonte di provenienza dell’articolo

Allegato:

  Vai alla circolare n. 46 del 2 Marzo2016

Si precisa che:

COMUNICATO

Rivalutazione, per l’anno 2016, della misura e dei requisiti economici dell’assegno per il nucleo familiare numeroso e dell’assegno di maternita’. (16A01127) (GU Serie Generale n.35 del 12-2-2016)
La variazione nella media 2015 dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato con le esclusioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 81, da applicarsi per l’anno 2016 ai sensi dell’art. 13, comma 4, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159 (assegno al nucleo familiare numeroso e assegno di maternita’) e’ pari a – 0,1 per cento (Comunicato ufficiale dell’ISTAT del 15 gennaio 2016). L’articolo 1, comma 287 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 stabilisce che «con riferimento alle prestazioni previdenziali e assistenziali e ai parametri ad esse connessi, la percentuale di adeguamento corrispondente alla variazione che si determina rapportando il valore medio dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati, relativo all’anno precedente il mese di decorrenza dell’adeguamento, all’analogo valore medio relativo all’anno precedente non puo’ essere inferiore a zero». Pertanto, restano fermi per l’anno 2016 la misura e i requisiti economici dell’assegno al nucleo familiare numeroso e dell’assegno di maternita’ di cui al Comunicato del Dipartimento per le politiche della Famiglia pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 70 del 25 marzo 2015.

Annunci
Categorie: avvisi, Dalla parte del cittadino, Senza categoria | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: